Organi collegiali

Gli organi collegiali sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche a livello territoriale e di singolo istituto. Sono composti da rappresentanti delle varie componenti interessate.

Consiglio di Istituto

Il Consiglio di istituto è l’organo di indirizzo e di gestione degli aspetti economici e organizzativi generali della scuola. Rappresenta tutte le componenti dell’Istituto (docenti, studenti per le sole scuole secondarie di secondo grado, genitori e personale non docente) con un numero di rappresentanti variabile a seconda delle dimensioni della scuola. Tutti i genitori (padre e madre) hanno diritto di voto per eleggere loro rappresentanti in questi organismi ed è diritto di ogni genitore proporsi per essere eletto. Le elezioni per il il rinnovo dei consigli di circolo/istituto si svolgono ogni triennio, oppure quando non sono presenti tutte le componenti (articolo 8 del  Decreto Legislativo 297 del 16 aprile 1994 e successive modifiche).

Nome e cognome Componente
Camilla Riccardi, Presidente genitore
Simona Da Re, Dirigente Scolastica membro di diritto
Renato Callino docente
Renato Colla docente
Gian Paolo Di Vuolo docente
Andrea Fullin Salamon docente
Giulia Mattiuzzo docente
Lorena Scarfò docente
Raffaele Trotta docente
Alessia Urban docente
Luca Marcolongo personale ATA
Andrea Paludetto personale ATA
Antonia Marinescu genitore
Manuela Pegoraro genitore
Marco Vanin genitore
Giada Candosin studente
Stefano Dal Mas studente
Tommaso Flaborea studente
Giulia Nicodemo studente

Consigli di classe 

I genitori possono far parte, se eletti, dei consigli di classe (consigli di interclasse nella scuola primaria e di intersezione nella scuola dell'infanzia). L'elezione nei consigli di classe si svolge annualmente entro il 31 ottobre, con procedure semplificate. Il consiglio di classe si occupa dell'andamento generale della classe, formula proposte al dirigente scolastico per il miglioramento dell'attività, si esprime su eventuali progetti di sperimentazione, presenta proposte per un efficace rapporto scuola-famiglia (articolo 5 del  Decreto Legislativo 297 del 16 aprile 1994  e successive modifiche).