Alternanza scuola lavoro

Un nuovo modo per intendere l’istruzione e raccordarla con efficacia al lavoro, allo scopo di avvicinare due mondi che solo in apparenza sembrano distanti. Si chiama alternanza scuola-lavoro e vuole fornire agli studenti le nozioni, le conoscenze e le competenze necessarie per favorire l’inserimento nel mercato del lavoro, partendo dall’idea che se a lavorare s’impara lavorando, per farlo con efficacia occorrono competenze e conoscenze.

Con la Legge 107/2015 la didattica si è rinnovata, proponendo un percorso obbligatorio  di orientamento e formazione, rivolto a tutti gli studenti del secondo biennio e dell'ultimo anno, che alterna le ore di studio ad altre di approfondimento concreto, nelle aule e nei laboratori, con esperti e addetti ai lavori, ad altre ancora trascorse direttamente nel lavoro, all’interno delle aziende. Il periodo di alternanza scuola-lavoro si articola in 400 ore per gli istituti professionali e per quelli tecnici. L’alternanza si realizza con attività dentro la scuola e fuori dalla scuola, con l’obiettivo di oltrepassare i presunti limiti che separano la preparazione scolastica e quella necessaria per affrontare il mondo del lavoro. 

Una novità che per l’Istituto Elena Cornaro di Jesolo non è tale. Fin dalle sue origini, il nostro Istituto professionale intreccia la preparazione teorica con quella pratica, prima di tutto nell’attività quotidiana, all’interno della scuola, dove si studia in classe e s’impara la professione nei laboratori di cucina e nel ristorante, nelle aule destinate alla sala bar e nelle strutture che simulano le reception di alberghi e hotel. Da sempre, inoltre, i nostri studenti e le nostre studentesse sono impegnati negli stage all’interno di aziende reali, alberghi, ristoranti, bar, dove incontrano concretamente l’attività lavorativa. Non solo. Studenti e insegnanti organizzano, gestiscono e partecipano a numerosi eventi del mondo reale, congressi, cene, manifestazioni, concorsi nazionali e internazionali, in cui le conoscenze teoriche sono applicate per trasformarsi e divenire pratiche. Il potenziamento di queste attività, previsto dalla Legge 107/2015, ha quindi trovato un terreno fertile, dove ogni giorno crescono le capacità, le conoscenze e le competenze di persone che oggi sono studenti e domani saranno cittadini consapevoli e professionisti capaci.

Le attività pensate e realizzate in questa direzione, si rendono concrete con incontri formativi assieme ad esperti esterni e insegnamenti d’istruzione generale in preparazione all’attività di stage. Le attività all’esterno dell’istituto riguardano lo stage presso le strutture ospitanti e la formazione in aula. Un sistema complesso ed efficace che prevede diverse figure in grado di operare nella didattica: tutor aziendali, docenti che seguono l’attività didattica in aula, docenti incaricati del rapporto con le strutture ospitanti/aziende, consulenti esterni e partner preziosi, le aziende del territorio, che accolgono i nostri studenti, contribuendo a disegnare i futuri professionisti. Le competenze acquisite costituiscono credito sia ai fini della prosecuzione del percorso scolastico e formativo per il conseguimento del diploma, sia per favorire un immediato inserimento lavorativo. Al termine del percorso vengono rilasciati attestati di frequenza, certificati di competenze e crediti.

Per gli approfondimenti e gli aggiornamenti in tema di alternanza scuola/lavoro, segnaliamo il sito del Ministero dell’Università Ricerca e Istruzione: http://www.istruzione.it/alternanza/index.shtml

In questa sede, vi terremo, invece, aggiornati sulle attività che raccontano come i nostri studenti e i nostri docenti attuano, ogni giorno, questo fondamentale percorso d’istruzione, didattica e lavoro.

Aldo Trivellato

Pubblicato in Alternanza scuola lavoro

Stampa